IFIDI
IFIDI
IFIDI
HOME PAGE COSA FACCIAMO I VALORI INFORMAZIONI CONTATTI
IFIDI    
     
 
 
 
 
 
SCHEDA ANAGRAFICA
ORGANIGRAMMA
STATUTO
BILANCI
IFIDI SUL TERRITORIO
FOGLIO INFORMATIVO
PRINCIPALI DIRITTI DEI SOCI
PRIVACY
ARBITRO BANCARIO E FINANZIARIO
RECLAMI
 
 
Foglio informativo
 

INFORMAZIONI SUL CONFIDI
Ifidi società cooperativa (identificata come “Confidi”)
Filiale di MILANO – sede legale – Via Marco D’Aviano, 2 – tel 02.28340163 – fax 02.2895841 – mail: infomilano@ifidi.it
Filiale di VARESE – sede amministrativa – Via Bonini, 1 – tel. 0332.232322 – fax 0332.283824 – mail: infovarese@ifidi.it
Filiale di GALLARATE – Via Venegoni, 28 – tel. 0331.786129 – mail: infogallarate@ifidi.it
Filiale di BERGAMO – Via S. Antonino, 3 – tel. 035.232317 – fax 035.248391 – mail: infobergamo@ifidi.it

Sito internet: www.ifidi.it
N° di iscrizione Registro Imprese Milano / Codice Fiscale / Partita IVA: 01946340120
N° di iscrizione all’Elenco di cui all’art. 155, comma 4, del D. Lgs. n. 385/93 (T.U.B.): 25967

DATI DEL SOGGETTO INCARICATO DELL’OFFERTA FUORI SEDE
Dati identificativi del soggetto che entra in contatto con il Socio
Nome e Cognome:
dipendente del Confidi
agente in attività finanziaria iscritto nell’Elenco di cui all’art. 128-quater T.U.B. con il n.
mediatore creditizio iscritto nell’Elenco di cui all’art. 128-sexies T.U.B. con il n.
indirizzo:
telefono:
e-mail:

CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA GARANZIA CONCESSA DAL CONFIDI
L’attività del Confidi consiste nella prestazione di garanzie di tipo mutualistico, sussidiarie e/o a prima richiesta, volte a favorire il finanziamento delle Imprese socie/clienti da parte di Banche/Intermediari finanziari convenzionati. Tali garanzie vengono rilasciate nell’interesse di Imprese socie/clienti del Confidi.
La garanzia consiste nell’impegno assunto dal Confidi, su richiesta del Socio, di rimborsare alla Banca/Intermediario finanziatore il finanziamento concesso allo stesso Socio, in caso di inadempimento di quest’ultimo e fino alla concorrenza dell’importo massimo garantito.
La garanzia rilasciata dal Confidi si configura nei confronti del Socio come un credito di firma ed è accessoria rispetto alla concessione del finanziamento da parte della Banca/Intermediario finanziatore. In altri termini, il finanziamento richiesto dal Socio configura l’obbligazione principale, di cui il Confidi garantisce l’adempimento. Pertanto, se tale obbligazione principale non sorge o si estingue, anche il rapporto accessorio di garanzia perde efficacia.
In caso di garanzia sussidiaria, la Banca/Intermediario garantito può chiedere al Confidi, qualora il Socio risulti inadempiente, il rimborso della quota di finanziamento garantita, ma il Confidi può opporre il beneficio della preventiva escussione dello stesso Socio. In caso di garanzia a prima richiesta, invece, la Banca/Intermediario garantito può chiedere direttamente al Confidi il rimborso della quota di finanziamento garantita, senza la preventiva escussione del Socio inadempiente.
Nel caso in cui il Socio (ossia il debitore principale) risulti inadempiente, la Banca/Intermediario finanziatore procede all’escussione della garanzia, di norma, con le seguenti modalità alternative:
il Confidi versa alla Banca/Intermediario a saldo, ottenendo specifica surroga, quanto dovuto per la quota garantita e procede con autonome azioni di recupero verso il debitore principale;
B) nel caso di garanzia sussidiaria, esaurite le procedure di recupero intraprese dalla Banca/Intermediario a carico del debitore principale e degli eventuali terzi garanti, il Confidi versa alla Banca/Intermediario la somma corrispondente alla quota garantita dovuta.
In caso di inadempimento del Socio, l’escussione della garanzia del Confidi da parte della Banca/Intermediario garantito trasforma il precedente credito di firma in un credito per cassa del Confidi verso il Socio.
Nel caso di pagamento con surroga e avvio di autonome azioni di recupero da parte del Confidi, il Socio inadempiente è tenuto a rimborsare al Confidi l’importo da quest’ultimo corrisposto alla Banca/Intermediario garantito in adempimento dell’obbligazione di garanzia, oltre ai relativi interessi di mora maturati e alle spese eventualmente sostenute per il recupero di tale credito.
Nel caso in cui le azioni di recupero vengano svolte dalla Banca/Intermediario anche nell’interesse del Confidi, le somme eventualmente conseguite sono restituite al Confidi dalla stessa Banca/Intermediario, in misura corrispondente alla percentuale garantita.
Le garanzie rilasciate dal Confidi possono essere assistite, ove ne ricorrano i requisiti di ammissibilità, dalla controgaranzia del Fondo Centrale di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese di cui alla Legge n. 662/1996, del Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e di altri Fondi pubblici o privati. In tali casi, il Socio è tenuto a fornire al Confidi la documentazione necessaria per l’espletamento degli adempimenti connessi alla richiesta di controgaranzia e per lo svolgimento dell’attività di gestione e controllo da parte del Gestore del Fondo.

PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE

ONERI PER L’ADESIONE AL CONFIDI
L’impresa che intende associarsi al Confidi e richiederne l’intervento in garanzia deve presentare preliminarmente domanda di ammissione a Socio, stilata sul modello predisposto dal Confidi stesso, e contestualmente corrispondere i seguenti importi:
- € 201,24 a titolo di quote sociali di adesione (pari a n. 39 quote del valore di € 5,16 ciascuna);
- € 48,76 a titolo di spese di ammissione.

Le quote sociali di adesione sono rimborsabili secondo le modalità e i termini previsti dallo Statuto del Confidi, disponibile sul sito internet www.ifidi.it.
Le spese di ammissione non sono rimborsabili, trattandosi di oneri destinati a finanziare l’attività di gestione del Confidi.
I predetti oneri non sono dovuti da parte dei Clienti che intendono avvalersi del servizio di garanzia offerto dal Confidi senza divenire Soci di quest’ultimo.

ONERI PER IL RILASCIO DELLA GARANZIA
Per ottenere il rilascio della garanzia, l’Impresa è tenuta a corrispondere i seguenti oneri:

- diritti di segreteria, a titolo di remunerazione dei costi di gestione e di istruttoria della richiesta. Il relativo importo, compreso tra un minimo di € 100,00 ed un massimo di € 350,00, è calcolato in misura percentuale sull’importo del finanziamento richiesto e deve essere corrisposto all’atto della presentazione della domanda di garanzia. I diritti di segreteria sono dovuti indipendentemente dall’esito della domanda stessa;

- commissioni di garanzia, a titolo di remunerazione del rischio assunto dal Confidi. Il relativo importo è calcolato in misura percentuale sull’importo del finanziamento erogato, in funzione della classe di rischio (“rating”) attribuita dal Confidi all’Impresa socia all’esito dell’istruttoria, ed è dovuto solo in caso di rilascio della garanzia. Le commissioni di garanzia devono essere corrisposte in fase di erogazione del finanziamento, di norma per il tramite della Banca/Intermediario garantito. In caso di estinzione anticipata della garanzia a seguito dell’estinzione anticipata del finanziamento rispetto alla sua durata originaria o a seguito di altre ragioni, le commissioni di garanzia, di norma, non vengono restituite al Socio;

- quote sociali integrative, a titolo di contributo all’incremento del capitale sociale. Si tratta di quote “aggiuntive” rispetto alle quote sociali di adesione che rappresentano il numero minimo richiesto per diventare Socio del Confidi. Le quote sociali integrative sono determinate in quota fissa. Il trattamento delle quote integrative è regolamentato dallo Statuto e dal Regolamento interno del rapporto con i Soci approvato dall’Assemblea del Confidi.

Di seguito sono indicati nel dettaglio gli oneri MASSIMI che il Socio è tenuto a corrispondere per il rilascio della garanzia, espressi in misura percentuale in funzione del tipo di prodotto da garantire e del rating assegnato dal Confidi all’Impresa socia:


Inoltre, in caso di trasformazione del credito di firma in credito per cassa, il Socio è tenuto a rimborsare al Confidi, oltre all’importo da quest’ultimo corrisposto alla Banca/Intermediario garantito in adempimento dell’obbligazione di garanzia, i seguenti oneri:

- interessi di mora maturati tra la data del versamento effettuato dal Confidi alla Banca/Intermediario garantito e la data di rimborso al Confidi da parte del Socio, determinati con riferimento all’ammontare versato dal Confidi ed in base ad un tasso di interesse fatto pari al tasso legale tempo per tempo vigente secondo la seguente formula di calcolo:
interessi di mora = (capitale x giorni x tasso legale) / 36.500

- spese di recupero, ovvero le spese documentate (legali, giudiziali, ecc) sostenute dal Confidi per il recupero del proprio credito nei confronti del Socio.

CONDIZIONI CONTRATTUALI
Recesso: il Socio ha il diritto di recedere dal contratto di garanzia, previa liberatoria del Confidi rilasciata dalla Banca/intermediario finanziatore o in presenza di equivalente documentazione idonea ad attestare la regolare chiusura del rapporto con la medesima Banca/Intermediario. In caso di recesso o di perdita di efficacia della garanzia del Confidi per estinzione anticipata del finanziamento garantito non è previsto alcun rimborso delle somme pagate per spese di ammissione, diritti di segreteria e commissioni di garanzia.

Tempi massimi per la chiusura del rapporto di garanzia: l’intervento in garanzia del Confidi si chiude alla naturale scadenza della garanzia rilasciata, oppure anticipatamente, previa liberatoria del Confidi rilasciata dalla Banca/Intermediario garantito o in base a documentazione equivalente idonea ad attestare la regolare chiusura del rapporto con la medesima Banca/Intermediario. Inoltre, in caso di escussione della garanzia da parte della Banca/Intermediario garantito, il rapporto di garanzia si chiude, trasformandosi in un credito per cassa del Confidi nei confronti del Socio inadempiente.

Tempi massimi per la chiusura del rapporto di credito per cassa nel caso di escussione della garanzia: il credito per cassa del Confidi nei confronti del Socio inadempiente, che sorge in seguito all’escussione della garanzia del Confidi da parte della Banca/Intermediario garantito, si estingue nel momento in cui tale credito sia stato integralmente rimborsato al Confidi dal Socio, unitamente ai relativi interessi di mora e alle spese di recupero eventualmente sostenute dal Confidi.

Reclami e risoluzione stragiudiziale delle controversie: il Socio può presentare reclamo al Confidi, a mezzo di lettera raccomandata A/R indirizzata a ifidi soc. coop., Funzione Gestione Reclami, Via Bonini, 1, 21100 Varese VA, o mediante comunicazione elettronica PEC all’indirizzo ifidi@legalmail.it. Il Confidi deve rispondere entro 30 giorni dalla data di presentazione del reclamo. La procedura è gratuita per il Socio, salve le spese relative alla corrispondenza inviata al Confidi. Sono escluse le doglianze attinenti:
- il trattamento dei dati personali di cui al D. Lgs. 196/2003 (“Codice Privacy”);
- le richieste di cui all’art. 7 del citato decreto, che seguono la procedura prevista dalla normativa sulla Privacy.

Se il Confidi accoglie le ragioni del Socio, comunica le iniziative che si impegna ad assumere e i tempi entro i quali verranno realizzate. In caso contrario, il Confidi espone le ragioni del mancato accoglimento del reclamo e le indicazioni circa la possibilità di adire l’Arbitro Bancario Finanziario (ABF)1 o altre forme di risoluzione stragiudiziale delle controversie. Per avere informazioni sulla procedura da seguire per rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere al Confidi2. Il Confidi mette a disposizione dei Soci/Clienti, presso i propri locali e sul proprio sito internet, le guide relative all’accesso all’ABF.

LEGENDA
Arbitro Bancario Finanziario (ABF): strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie istituito da Banca d’Italia.
Banche/Intermediari finanziari: Banche e Intermediari finanziari che hanno sottoscritto le apposite convenzioni con il Confidi.
Confidi: consorzi e società che svolgono attività di garanzia collettiva dei fidi, utilizzando risorse provenienti in tutto o in parte dalle imprese socie o clienti per la prestazione mutualistica ed imprenditoriale di garanzie dirette a favorirne il finanziamento da parte di Banche ed altri soggetti operanti nel settore finanziario.
Debitore Principale: è il soggetto (Socio) di cui il Confidi garantisce l’adempimento.
Garanzia del Confidi: obbligo assunto dal Confidi, su richiesta del Socio, verso una Banca /altro Intermediario finanziatore per garantire il rimborso del finanziamento concesso allo stesso Socio/Cliente.
Intermediari finanziatori: Banche e altri Intermediari finanziari che hanno erogato un finanziamento in favore dei Soci/Clienti del Confidi e che sono garantiti dal Confidi stesso.
Offerta fuori sede: quando la promozione e il collocamento dell’operazione è svolta in luogo diverso dalla sede o dalle dipendenze del Confidi, laddove per “dipendenza” deve intendersi qualunque locale del Confidi adibito al ricevimento del pubblico per le trattative e la conclusione di contratti, anche se l'accesso è sottoposto a forme di controllo.
Socio: il soggetto che ha aderito al Confidi.

 
 
 
 
 
             
IFIDI Bergamo
Sede Operativa
Via S. Antonino, 3
24122 Bergamo
Tel. +39.035.232317
Email: infobergamo@ifidi.it
  IFIDI Milano
Sede Legale / Operativa
Via Marco D’Aviano 2
20131 Milano
Tel. +39.02.28340163
Email: infomilano@ifidi.it
  IFIDI Varese
Sede Amministrativa / Operativa
Via Bonini, 1
21100 Varese
Tel. +39.0332.232322
Email: infovarese@ifidi.it
  IFIDI Gallarate
Via Venegoni, 28
21013 Gallarate
Tel. +39.0331.786129
Email: infogallarate@ifidi.it
         
 
 
iFIDI è una struttura specializzata in: Confidi, Sistema CNA, Bergamo, Milano, Varese, Garanzia, PMI lombarde, credito, sistema bancario, Garanzia Mutualistica, Basilea II, Ente Finanziario Vigilato, Banca d'Italia, Imprese lombarde, Enti finanziari, bandi agevolati, CNA provinciali, Consulenza finanziaria, Rilascio di garanzia, credito agevolato, prodotti finanziari, piano di ammortamento, Enti Pubblici, credito Camere di Commercio, credito Regione Lombardia, credito Comunità Europea, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banca monte dei Paschi di Siena, Banca Popolare di Milano, banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia San Paolo cab, Banca Popolare di Sondrio, Credito Bergamasco, Banca Popolare Commercio e Industria, Cassa di risparmio Parma e Piacenza, Banca Popolare di Lodi, Banca Nazionale del Lavoro, Deutshe Bank, Banca credito Valtellinese, servizi consulenza, garanzia mutualistica, Affidamenti breve termine, mutuo chirografico investimento, mutuo chirografico liquidità, mutuo ipotecario investimento.
  • AREA RISERVATA

    USERNAME
    PASSWORD
  • WEB MAIL

    LOGIN
    PASSWORD
  • ENOVA

    LOGIN
    PASSWORD